Sanificazione ambientale da oltre 30 anni

Entomox offre dal 1981 servizi di igiene ambientale, disinfestazione e derattizzazione nel rispetto delle persone e dell’ambiente


Entomox è fra le prime aziende in Italia ad aver ottenuto la Certificazione UNI EN16636

La UNI EN166336 è una Norma Europea che specifica i requisiti indispensabili che devono essere posseduti da un'azienda di disinfestazione per garantire servizi in grado di tutelare la salute pubblica, i beni e l'ambiente


Rivolgetevi a Entomox, azienda con sede a Pisa, per un sopralluogo gratuito in caso di presenza di agenti infestanti, sia in luoghi privati sia in luoghi pubblici

MistAway

Impianti di nebulizzazione anti zanzare

Entomox è installatore autorizzato del sistema di nebulizzazione anti zanzare leader nel mondo. Scopri i tanti vantaggi del sistema MistAway per giardini e parchi

A gennaio parliamo di...

...colombi!

Columba livia domestica, più comunemente noto come "piccione" o "colombo urbano o di città" è una specie che discende dal colombo selvatico (Columba livia), al quale somiglia morfologicamente, ma differisce dal punto di vista etologico. Il piccione deriva dai colombi addomesticati, i cosiddetti "colombi viaggiatori" frutto di  selezione da parte dell'uomo, sfuggiti alla cattività. Il colombo urbano, come si intuisce dal nome, è un abitante fisso delle grandi (e piccole) città europee ed americane, si organizza in stormi, talvolta anche molto numerosi. Le differenze più evidenti tra colombo selvatico e colombo di città riguardano le abitudini di vita e le caratteristiche riproduttive, ma una differenza evidente la si trova anche nel fenotipo, infatti le popolazioni urbane presentano livree molto dissimili con e con varie combinazioni di colori, le quali derivano dalla genetica estremamente variabile. Il picco riproduttivo del piccione si verifica in primavera-estate, come in molte specie di uccelli, ma date le condizioni ideali che si presentano in città, calde d'inverno e con relativa assenza di predatori, l'attività riproduttiva del colombo non si ferma mai, e quindi procede per tutto l’anno.

Perché i piccioni sono così presenti in città?
I colombi di città sono sinantropici, significa che vivono in stretto contatto con l'uomo e le infrastrutture da lui costruite, infatti il piccione è in grado di sfruttare gli spazi degli edifici per la costruzione del nido. C'è da considerare, inoltre, che le fonti di cibo sono estremamente disponibili nelle città, sempre come conseguenza delle attività umane, come la produzione di rifiuti. La temperatura in media più elevata rispetto alle campagne e l'illuminazione pubblica sono fattori che determinano un aumento dell'attività riproduttiva, esse rendono, infatti, più flessibili le risposte comportamentali legate al fotoperiodo. Infine non si può non citare la distribuzione diretta del cibo da parte dell'uomo al colombo.
 
Quali sono i problemi legati alla presenza massiccia dei piccioni negli agglomerati urbani?
Dal punto di vista dell'uomo, il colombo urbano è vettore di agenti patogeni tramite le feci ed è ospite di ecto-parassiti quali le zecche molli che possono infestare le abitazioni. Il piccione, quindi, presenta un effettivo rischio di tipo igienico-sanitario, inoltre la massiva presenza del volatile causa danni alle coltivazioni agricole e compromette la conservazione del patrimonio architettonico-artistico, molto vasto nel nostro Paese. I rischi sanitari prevalenti sono quelli derivanti dalla contaminazione fecale dell’ambiente, aggravata dalla polverizzazione delle feci stesse che si diffondono attraverso il vento anche per aree estese. I microrganismi patogeni e responsabili di malattie trasmissibili all’uomo e agli animali sono molti, le principali zoonosi sono salmonellosi, micoplasmosi, borreliosi, toxoplasmosi, criptococcosi, con rischio di infezione soprattutto in soggetti immunodepressi come bambini, donne in gravidanza, malati di AIDS.
Un rischio concreto legato alla presenza dei piccioni, o meglio di loro nidi, è rappresentato dalle zecche molli (Argas reflexus) che succhiano il sangue dei volatili quando essi stanziano nel nido, in genere di notte. In alcune circostanze le zecche possono entrare nelle case e colpire l’uomo, il quale può manifestare reazioni allergiche anche gravi

Per fortuna a volte, per allontanare i volatili, è sufficiente usare dei semplici dissuasori, i quali però, vanno scelti con cura a seconda del tipo di lavoro e sopratutto vanno posizionati correttamente.
  • Galleria immagini

    Seguici

    Rimani aggiornato sulle nostre ultime novità


    Share by: