Sanificazione ambientale da oltre 30 anni

Entomox offre dal 1981 servizi di igiene ambientale, disinfestazione e derattizzazione nel rispetto delle persone e dell’ambiente


Entomox è fra le prime aziende in Italia ad aver ottenuto la Certificazione UNI EN16636

La UNI EN166336 è una Norma Europea che specifica i requisiti indispensabili che devono essere posseduti da un'azienda di disinfestazione per garantire servizi in grado di tutelare la salute pubblica, i beni e l'ambiente


Rivolgetevi a Entomox, azienda con sede a Pisa, per un sopralluogo gratuito in caso di presenza di agenti infestanti, sia in luoghi privati sia in luoghi pubblici

MistAway

Impianti di nebulizzazione anti zanzare

Entomox è installatore autorizzato del sistema di nebulizzazione anti zanzare leader nel mondo. Scopri i tanti vantaggi del sistema MistAway per giardini e parchi

A dicembre parliamo di...

Con l'approssimarsi dell'inverno, molti insetti danno una tregua all'essere umano, ma altri animali, come i piccoli mammiferi, sono presenti durante tutto l'anno, soprattutto in contesto urbano, stiamo parlando dei ratti e dei topi. Le specie più comuni che possono dare fastidio all'uomo sono descritte di seguito.

Il ratto di fogna (nome scientifico: Rattus norvegicus) è probabilmente originario della Cina, ma ormai si è diffuso in tutto il mondo e si trova prevalentemente nelle città. Le dimensioni del corpo variano da 18 a 28 cm e la coda è altrettanto lunga, il colore del mantello varia dal marrone al grigio. È sua abitudine costruire il nido scavando il terreno e imbottendo il buco con erba, plastiche ed altro materiale. Si muove prevalentemente di notte alla ricerca di cibo e colonizza le fognature (per questo detto anche ratto delle chiaviche) e discariche poiché predilige luoghi umidi e dove c’è dispersione di cibo. R. norvegicus è dotato di grande capacità di adattamento, spiccata aggressività e prolificità.

Rattus rattus ( ratto nero o ratto dei tetti oppure ancora ratto delle navi ) è un roditore che si differenzia dal ratto delle fogne poiché vive prevalentemente nei giardini e parchi urbani. Essendo un abilissimo arrampicatore, si sposta attraverso i rami degli alberi e raramente scende a terra. Costruisce nidi di forma globulare sulle chiome, preferendo palme e pini. Quando riesce ad entrare negli edifici può fare il nido nelle soffitte e nei tetti (da qui il nome ratto dei tetti). R. rattus è originario dell’India ed è detto anche ratto delle navi poiché si è diffuso attraverso le imbarcazioni già dai tempi dei Romani, per cui è facile avvistarlo tra la vegetazione arborea in prossimità dei porti. Le dimensioni sono simili a quelle del suo parente stretto R. norvegicus (lunghezza del corpo: 15-24 cm; lunghezza della coda 17-28 cm), ma la corporatura è più slanciata. Anche se viene chiamato ratto nero, il colore del pelo è variabile. Come molte specie di ratti, il ratto dei tetti può causare diversi problemi all’uomo, provoca danni alle riserve di cibo destinato al consumo umano e ad altri beni come vestiti, plastiche, libri, cartoni da imballaggio che vengono usati per costruire il nido.

Mus musculus , il topo domestico , è originario probabilmente dell'Asia, ma ormai ha una distribuzione cosmopolita ed è una specie molto comune in Italia, soprattutto in campagna. Le dimensioni del topolino si aggirano generalmente intorno ai 15-20 cm coda esclusa, il pelo è corto, il colore varia a seconda degli individui ed assume molte sfumature, in genere è tendente al bruno, grigio o nero. M. musculus è attivo soprattutto durante le ore crepuscolari e di notte. Durante il giorno, il roditore si riposa in tane costruite in luoghi riparati e foderati con vari materiali, come cartone, stoffa ed erba. Tendenzialmente il topo è onnivoro e mangia perlopiù prodotti di origine vegetale, ma all'occorrenza non disdegna la carne. Riguardo alla riproduzione, i topi sono attivi durante tutto l'anno. Nel caso in cui il cibo sia disponibile con continuità, la femmina può partorire e rimanere gravida in maniera continua, infatti si possono verificare anche più di 10 parti all'anno.

I roditori sopra descritti portano con sé agenti patogeni per l'uomo e quindi sono specie di interesse igienico-sanitario. Gli escrementi e l’urina, con cui i topi possono contaminare il nostro cibo, sono i principali vettori di numerose malattie come ad esempio salmonellosi, toxoplasmosi e tifo, senza contare che gli insetti ematofagi, come pulci e zanzare, sono a loro volta vettori di altri agenti patogeni se pungono topi e ratti e, in seguito, l'uomo.
  • Galleria immagini

    Seguici

    Rimani aggiornato sulle nostre ultime novità


    Share by: