Allontanare i volatili è facile

allontanamento volatili

L’affluenza dei volatili nelle nostre città è sempre più presente e fastidiosa e i problemi igienico sanitari sempre più gravi. Per sopperire a questo inconveniente, noi di Entomox interveniamo con tecniche di allontanamento  volatili adatte ad ogni tipo di tipologia di volatile - piccioni, passeri, gabbiani, storni, gazze, rondini e picchi - problematica, struttura urbana e monumento storico da salvaguardare.

 

 

Sistemi Ecobirds per allontanare efficacemente i volatili

 

Grazie alla competenza dei nostri tecnici, installatori ufficiali Ecobirds, una volta individuato il problema, si valuta la soluzione migliore e installiamo sistemi specifici di allontanamento volatili.

 

Tutti i prodottisono sviluppati e installati nel rispetto delle principali normative europee ambientaliste e sono adatte a ogni esigenza, oltre ad essere realizzate per garantire la migliore resistenza al tempo, all’usura e agli agenti atmosferici.

 

La gamma di sistemi di allontanamento comprende:

 

  • dissuasori meccanici – il sistema più tradizionale e impiegato in edifici in cui non sia necessario porre attenzione all’impatto estetico. L’assortimento comprende 18 modelli differenti, fra cui dissuasori in acciaio e policarbonato.
  • linee elettrificate – il sistema più efficace, immediato e a minor impatto visivo. Le centraline elettriche sono digitali e possono essere controllate da remoto tramite GSM.
  • sistemi antintrusione – il sistema più utilizzato sulle grandi superfici e consiste nell’installazione di reti in vari materiali (rame, nylon, filo zincato e acciaio).
  • filo ballerino – il sistema ideale per la protezione di finestre, davanzali e terrazzi.
  • dissuasori vocali – il sistema più efficace per l’allontanamento degli storni e impiegato in parchi, viali alberati e in tutti i contesti pubblici dove non vi sia rischio di inquinamento acustico.

I nostri dispositivi proteggono l’ambiente rispettandolo!

colombo piccione columba livia

Columba livia domestica  detto comunemente colombo di città  o piccione ,  trova in ambito urbano gli spazi ideali per la nidificazione e per lo svernamento. In città infatti, il colombo trova temperature mediamente più alta durante l'inverno rispetto ad altri ambienti. Le costruzioni dell’uomo, le fonti di cibo sempre disponibili sono la conseguenza delle attività e della presenza dell’uomo che si manifesta, a volte,  anche nella distribuzione diretta del cibo al volatile. La risposta adattativa del colombo di città a questo ambiente particolarmente favorevole è quella di incrementare il numero di covate e di allungare il periodo riproduttivo. Nelle città si sono così verificate vere e proprie esplosioni demografiche di colombi che dai centri storici tendono via via a colonizzare aree sempre più periferiche, con numeri complessivi di popolazione spesso intollerabili sotto il profilo igienico-sanitario e della conservazione del patrimonio architettonico-artistico. I rischi sanitari sono quelli derivanti dalla contaminazione fecale dell’ambiente, aggravata dalla polverizzazione del materiale di deiezione che disperde per via aerea germi patogeni e responsabili di malattie trasmissibili all’uomo e agli animali (salmonellosi, micoplasmosi, borreliosi toxoplasmosi, criptococcosi, ecc.), con rischio di infezione soprattutto in soggetti immunodepressi (bambini, donne in gravidanza, ammalati di AIDS, ecc.).

Infine i colombi sono portatori di zecche molli ( Argas reflexus ) che succhiano il sangue dei volatili soprattutto di notte in alcune circostanze possono entrare nelle case e pungere l’uomo che può manifestare reazioni allergiche anche gravi.

Share by: